Blog post

Marmellata di fragole

11 maggio 2018

Buongiorno a tutti ragazzi,

eccomi di nuovo qui con voi , per condividere uno dei momenti importanti dell’anno, sicuramente uno tra quelli che mi appassiona di più e che mi gusto fino infondo: quello dedicato alla marmellata di fragole della Vale. Dovete sapere che per me le fragole hanno un non so che di speciale, qualcosa che altri frutti non riescono a darmi; forse  sarà perché sono una delle prime golosità della bella stagione ( che come sapete già  aspetto e bramo con ansia tutto l’inverno ) oppure sarà per il loro travolgente profumo e la loro forma a cuoricino, o magari per il loro sapore gustoso, zuccherino, dolce e acerbo allo stesso tempo….non lo so , ma è indiscusso che, a parer mio, siano delle vere e proprie piccole grandi gioie della vita!

Sta di fatto che in questa stagione la mia ricerca alla “ fragola speciale “ non ha tregua fino a che il mio palato non sia soddisfatto ( sapete che sono esigente, ma soprattutto golosissima). Quest’anno credo di aver superato tutte le mie aspettative e di aver anche potuto togliermi una gran bella soddisfazione perché quelle  che ho utilizzato per la marmellata 2018 le ho viste crescere nei loro filari e assaggiate direttamente appena colte dalla pianta. Chiaramente devo ringraziare Vilma e suo marito perche’ mi hanno fatto visitare le loro colture e dato questa possibilità che mi ha veramente fatto gioire come una bambina.

Comunque, bando alle chiacchiere e andiamo al sodo. Ho voluto scattare qualche foto ( mi perdonino i fotografi fighi che sicuramente avrebbero fatto meglio …. ) per condividere con voi la preparazione della mia marmellata che di per se  non ha niente di speciale, ma è un rituale che arricchisce l’anima.

Come prima cosa separate le fragole dal picciolo e lavatele sotto l’acqua corrente ( quelle di quest’anno avevano bisogno solo di una sciacquata veloce perché del tutto naturali ) .

Dopo averle scolate su un capiente scolapasta procedete a tagliarle a pezzettini. Io non le taglio piccolissime perché casomai a fine cottura le sminuzzo con il tritatutto  (immagino le vere esperte di cucina strapparsi i capelli  dopo questa affermazione….sorry😜)

Adesso potete mettere tutto questo ben di Dio in una pentola e unire lo zucchero e l’addensante che preferite. In commercio ci sono davvero tanti preparati per fare le marmellate, ma io preferisco usare questo zucchero che compro quando vado con la mia famiglia in Austria e lo trovo nei supermercati ad un ottimo prezzo. Come vedete la proporzione consigliata è 1:1 ……. forse un po’ troppo per me ( e te pareva che anche qui io non facessi a modo mio!!!) quindi  ne metto mooolto meno riducendo lo zucchero ad un terzo del peso delle fragole.

Ottimo, ora cuocete a fuoco medio e fate bollire per circa 40 minuti facendo attenzione, nel caso c’è ne fosse bisogno, a schiumare la marmellata  per avere poi un composto meno opaco. Ricordatevi di mescolare di tanto in tanto e vedrete che il profumo della marmellata vi inebrierà donandovi  un istantaneo benessere . In più la casa sarà innondata da questa meravigliosa fragranza e io adoro quando i miei figli e mio marito tornando dal lavoro o dalla scuola mi dicono: “ MAMMA MIA CHE PROFUMINO DELIZIOSO DI FRAGOLE !”

 

Ora mentre aspettate che le fragole si cucinino, preparate i vasetti facendo attenzione a sterilizzarli per benino. Potete bollirli in una pentola d’acqua facendo attenzione a ricoprirli con dei vecchi stracci perché sbattendo non vadano rotti, oppure fare come me che non ho voglia di imbarcarmi in tutto sto casino e metterli 3 minuti al massimo nel microonde ….. fine della storia !!!! ( a questo punto le esperte di cucina vorrebbero lapidarmi ….lo so!)

Bene, siamo giunti al momento di elevata tensione e attenzione, dobbiamo versare la marmellata nei vasetti senza scottarci perché fa veeeramente male ( parola mia!). Ogni uno di voi escogiti la strategia più giusta. Se posso consigliarvi io mi trovo bene con un imbuto a bocca larga per mettere la marmellata nel vasetto che afferro con una spugnetta ben strizzata ( così se si macchia lo posso sciacquare subito e in più non mi scotto 😜). Una volta versata la marmellata chiudete bene e rigirate a testa in giù il vasetto fino a che non si raffreddi, in questo modo creerete facilmente il sottovuoto. Per esserne comunque sicure, quando il vasetto sarà freddo provate a schiacciare il coperchio e se non farà il fatidico “ click – clack “ allora sarete sicure che le vostre marmellate si conserveranno tutto l’inverno.

A questo punto sfogo alla vostra fantasia per decorare a dovere i vasetti di marmellate. Ecco l’occorrente per un decoro facile e veloce. Chiaramente se avere dei vecchi pezzi di stoffa adatti sarebbe sicuramente meglio, ma anche con questi centrini di carta per dolci il risultato non è niente male , che dite?…

Finalmente potete riporre nella credenza le vostre marmellate pronte per essere gustate durante l’inverno !!!!

Fatemi sapere come vi sono venute,

alla prossima🙋🏻

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Post Next Post