Cameo

26 Febbraio 2018

Non  so se succede anche a voi, ma ci sono degli oggetti che fin da piccola mi hanno affascinato magicamente e ancor oggi, che sono più ” grandicella “, sortiscono lo stesso effetto .

Il cameo è sicuramente uno di questi. Con gli occhi di bambina lo vedevo nelle pagine dei libri di storia impreziosire le  immagini di antiche signore eleganti e raffinate nella loro postura. Donne di altri tempi con vite a me sconosciute rappresentate dai pittori nei loro quadri con austerità e poesia .

Crescendo ho ritrovato questi preziosi monili nelle vetrine di alcune gioiellerie, ma quelli che mi hanno sempre attirato di più sono quelli scovati nei negozi d’antiquariato.

Come potete capire questo gioiello ha sempre attirato la mia attenzione e quando ho scoperto che una mia amica poteva accompagnarmi in un laboratorio che ne produce, non ho saputo resistere.

 

I camei che si realizzano in questo laboratorio sono in porcellana e vengono preparati con una tecnica  che ha ” inventato ” il padre dei titolari negli anni  ’70 . L’azienda, come avete certamente capito è a  gestione familiare e custodisce gelosamente ( giustamente a mio avviso) il segreto di una lavorazione così particolare. Napoletani d’origine, i figli continuano a realizzare queste minuscole opere d’arte che racchiudono in se storie di donne raccontate con minuziosa poesia .

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Post Next Post